ENTE ACCREDITATO MIUR     AFFILIATO CNA
VERSIONE ACCESSIBILE
Home > Letture > Archivio > 2013 > Seminario: apprendimenti, emozioni, dissonanze cognitive

Seminario: apprendimenti, emozioni, dissonanze cognitive

L’associazione A.P.M.M. di Bergamo ha organizzato l’incontro di formazione per formatori dal titolo:
"Apprendimenti, emozioni, dissonanze cognitive"

Conduttore: Giulia Cremaschi Trovesi

Dove:
- Ponteranica (BG) - via Rosciano, 15 - 24010

Quando:
21 (dom) aprile 2013

Orario:
Registrazione partecipanti: 9:00
- Inizio corso: 9:30 - 13.00
- 14.30-18.30

Costo:
- 20 Euro

- Il seminario è organizzato per i formatori F.I.M.
- Il seminario è aperto anche a chi è interessato ad approfondire le tematiche che riguardano la scuola e scolari con difficoltà di apprendimento (DSA, ADHD ecc.).
- Il seminario è valido per il percorso del musicoterapista e del musicoterapeuta.
- Inoltre è valido per la formazione permanente.

Descrizione del seminario

La tradizione culturale nella quale tutti siamo cresciuti, non concede spazio alle emozioni nei processi di apprendimento. Sono state così escluse le emozioni degli scolari e quelle degli insegnanti. Allo scolaro viene richiesto di stare attento e di mettere in atto le indicazioni impartite dall’insegnante. All’insegnante viene chiesto di impartire spiegazioni, indicazioni. L’attenzione è un dato scontato.

La scuola pubblica, in questo momento, presenta tre categorie di bambini:
- gli scolari che imparano;
- gli scolari con difficoltà di apprendimento (DSA, dislessia, disgrafia, discalculia), di comportamento e relazione (ADHD);
- gli scolari con disabilità.

Gli alfabeti comunemente esposti sui muri delle classi della scuola primaria, presentano ai bambini immagini volutamente scialbe. La consuetudine ritiene che immagini accattivanti sono negative, perché distraggono i bambini!

Le proposte editoriali per bambini con DSA, sono a carattere rieducativo e riabilitativo (esercizi compensativi e dispensativi), e dichiarano lo scopo di facilitare gli apprendimenti. Il corpo, ossia il luogo ed il tempo delle emozioni, è il grande assente nei programmi rieducativi e riabilitativi.

La prassi rieducativa e riabilitativa (in buona parte anche scolastica) vuole che un singolo fonema (una consonante), sia privo di senso.

La pratica dell’insegnamento dà importanza scarsa o nulla all’ascolto di ogni suono (vocale) o fonema (consonante), ai movimenti della bocca, meno che meno alla relazione bocca/mani (motricità fine, v. Homunculus).

Il seminario propone di mettere in luce, attraverso “vissuti”, come ogni apprendimento avviene attraverso le emozioni, in altre parole, attraverso la relazione docente/discenti.
- Quali emozioni?
- Che cosa vuol dire percepire?
- Come riuscire ad evitare dissonanze cognitive (esperienze e apprendimenti in discordanza fra loro, senza che l’insegnante se ne accorga)?

Come arrivare

Autostrada A4, uscita Bergamo. Proseguire in direzione Valle Brembana. Arrivati a Ponteranica si prende al semaforo a destra per via Maresana fino ad imboccare via Rosciano.

Ai partecipanti verrà rilasciato un Attestato di Partecipazione dalla F.I.M. (Ente accreditato presso il Ministero dell’Istruzione) e APMM.

Eventuali variazioni vi saranno comunicate personalmente.