ENTE ACCREDITATO MIUR     AFFILIATO CNA
VERSIONE ACCESSIBILE
Home > Letture > Archivio > 2013 > Seminario: Pedagogia Musicale - terzo incontro

Seminario: Pedagogia Musicale - terzo incontro

L’associazione A.P.M.M. di Bergamo
ha organizzato il terzo incontro di formazione

dal titolo: "Pedagogia musicale: Gli strumenti musicali, prolungamento del corpo"

Conduttore: Giulia Cremaschi Trovesi

Dove:
- Ponteranica (BG) - via Rosciano, 15 - 24010

Quando:
02 - 03 (sab - dom) marzo 2013

Orario
Sabato:
Registrazione partecipanti: 9:00
- Inizio corso: 9:30 - 13.00
- 14.30-18.30

Domenica:
- 9.30-13.00
- 14.00-18.30

Costo:
- 160,00 Euro

Il seminario è valido per il percorso del musicoterapista e del musicoterapeuta.
Inoltre è valido per la formazione permanente.

Il seminario è aperto a: musicoterapisti, musicoterapeuti, professionisti, insegnanti, specialisti che operano all’interno di asili nido, scuole materne, elementari, medie, superiori o che si occupano di corsi di propedeutica musicale, corsi di musica ecc…

Materiale da portare
Per chi ce l’ha è gradito il flauto dolce.

Ai partecipanti verrà rilasciato un Attestato di Partecipazione dalla F.I.M. (Ente accreditato presso il Ministero dell’Istruzione) e APMM.

Eventuali variazioni vi saranno comunicate personalmente.

Descrizione del seminario

Il nostro corpo, in termini musicali, il corpo vibrante, è il protagonista del saper ascoltare per imparare a fare musica, a leggere una partitura, ad essere parte fra le parti nel gioco della polifonia musicale, del dialogo. Solo nel caso della musica più voci possono suonare nella contemporaneità, creando un intreccio che chiamiamo arte dei suoni.
La notazione musicale, comunemente intesa come una tradizione o convenzione, è la modalità attraverso la quale l’uomo ha rappresentato i movimenti della voce nel corpo vibrante.
Essere protagonisti di questi procedimenti musicali vuol dire vivere il "bello" dell’arte. Il silenzio, tanto richiesto nelle classi dagli insegnanti, a volte anche urlando, è la condizione per l’inizio della musica. Il silenzio è una conquista.
I lavori seminariali dedicheranno spaziotempo all’utilizzo educativo del flauto dolce per vivere la polifonia strumentale e vocale.