ENTE ACCREDITATO DAL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA     AFFILIATO AL CNA
VERSIONE ACCESSIBILE
Home > Documenti > Regolamento

Regolamento

Regolamento Interno F.I.M.

F.I.M. ENTE ACCREDITATO DAL MIUR - DIR 170/2016 - Affiliato al CNA

ART. 1 OGGETTO

Il presente Regolamento disciplina gli aspetti della vita associativa non espressamente o diffusamente regolati dallo Statuto della F.I.M. ed è vincolante per tutti gli associati.

ART. 2 TIPOLOGIE DI SOCI

In riferimento ed in ulteriore integrazione all’art. 3 dello Statuto, la F.I.M. individua le seguenti tipologie di elenco soci:
a. Elenco soci ordinari “ musicoterapeuti certificati con formazione F.I.M.” con diritto di voto;
b. Elenco soci ordinari “musicoterapeuti in formazione F.I.M.” con diritto di voto;
c. Elenco soci ordinari con diritto di voto;
d. Elenco soci studenti senza diritto di voto;
e. Elenco soci onorari senza diritto di voto.

ART. 3 DEFINIZIONE DELLE ATTIVITÀ PROFESSIONALI

Descrizione della professionalità
Il termine musicoterapia, coniato negli U.S.A. all’inizio del XX sec., è utilizzato nei paesi dell’Europa e del mondo. Dall’ottobre 2015 la musicoterapia in Italia, in base alla legge 4/ 2013, è regolamentata secondo la norma UNI 11592 sulle Artiterapie. La musicoterapia è una disciplina che si fonda sulle conoscenze della fisica acustica, sugli studi musicali accademici, sulla pratica vocale e strumentale, su conoscenze di cultura generale, di pedagogia e pedagogia musicale, in senso epistemologico. La musicoterapia si colloca nell’ambito delle discipline artistiche, educative e formative. (vedi art. 2 dello statuto FIM; vedi Norma UNI 11592 del 2015 sulle artiterapie, pag.2, nota 1 a piè di pagina)

I principi teorici della musicoterapia umanistica, modello APMM “Giulia Cremaschi Trovesi” sono fondati sulle leggi della fisica acustica. L’improvvisazione musicale comunicativa al pianoforte è lo strumento di lavoro che crea il contatto con la persona nelle varie fasi della vita: gestazione, infanzia, adolescenza, giovinezza, età adulta, vecchiaia.

L’epistemologia della musica è lo “Studio” che pone in relazione l’evolversi del canto, del “fare musica” nella danza, nella parola, nella scrittura (suono, gesto, segno), nella storia dell’umanità (filogenesi) e in quella di ogni singola persona (ontogenesi). Lo “Studio”, in costante evoluzione, comporta che il musicoterapeuta formatore sia anche “Studioso in musicoterapia” (Lifelong Learning).
La formazione in musicoterapia richiede l’”Apprendistato” che il musicoterapeuta effettua operando a fianco del suo formatore.

3.1 Il Musicoterapeuta è un professionista che, attraverso il “fare musica” con gli strumenti musicali adeguati per ogni situazione, crea momenti di condivisione, buon umore, gioia partecipativa, attraverso le conoscenze, le abilità e le competenze che ha acquisito nell’improvvisare comunicativo. La conoscenza approfondita della polifonia e dell’armonia, poste in relazione all’euritmia (ordine suoni – ritmi - movimento), all’eutonia (tonicità emotivo - corporea), eufonia (armoniosità della voce), qualifica la “musicoterapia umanistica”.

3.2 I musicoterapeuti possono:
- entrare nelle classi di ogni ordine e grado, per favorire gli inserimenti e l’integrazione di alunni con disabilità, operare con bambini piccolissimi (nidi d’infanzia), con donne nel periodo della gestazione, della cura dei neonati, con lattanti, con la primissima infanzia, con adolescenti, con persone adulte o anziane per il mantenimento del benessere delle condizioni psicofisiche e l’evolversi armonico delle capacità comunicative;
- operare con persone le cui diagnosi sono state emesse dai servizi sanitari ufficiali competenti e responsabili dei percorsi terapeutici, dialogando con gli specialisti in incontri d’équipe
- operare con altri professionisti in situazioni di disabilità gravi e gravissime, dove sono evidenti difficoltà nella comunicazione, nella relazione, negli apprendimenti, nel comportamento, in strutture pubbliche o private, dialogando con gli specialisti negli incontri d’equipe.

3.3 Altri professionisti collaborano con il musicoterapeuta in situazioni di disabilità gravi e gravissime. La loro presenza è finalizzata a favorire e facilitare l’espressione delle persone presenti. In relazione alla formazione specifica e all’ambito professionale di provenienza, gli obiettivi e le modalità varieranno rimanendo al contempo sempre coerenti con le basi scientifiche e i principi teorici del musicoterapeuta sapendoli amplificare e indirizzare verso il conseguimento del benessere della persona in carico.
La loro presenza consente di mettere a proprio agio persone con difficoltà nella gestualità, nel movimento, nell’uso della voce, perché riescano a servirsi degli strumenti musicali per essere partecipi del “fare musica” con gli altri.

ART. 4 ELENCO SOCI MUSICOTERAPEUTI CERTIFICATI CON FORMAZIONE FIM

E’ socio certificato con diritto di voto il musicoterapeuta che ha completato la formazione F.I.M. e che ha superato l’esame e ottenuto la certificazione di conformità in base alla legge 4 / 2013 e alla Norma UNI 11592 sulle Artiterapie, pubblicata nell’ottobre 2015.
Il socio “musicoterapeuta certificato con formazione F.I.M.” partecipa all’assemblea dei soci con diritto di voto.

Requisiti di accesso:
I professionisti che intendono entrare nell’elenco “soci musicoterapeuti certificati con formazione FIM” devono:
- sottoscrivere e rispettare lo Statuto, i documenti costitutivi, il Codice deontologico della FIM e il Regolamento Interno
- avere un Diploma di laurea triennale in ambito musicale (o diploma di vecchio ordinamento) o in alternativa un percorso formale – non formale – informale assimilabile qualitativamente e quantitativamente almeno ad una laurea triennale e alle conoscenze – abilità – competenze (EQF6) acquisite in un percorso formativo attraverso un corso di durata triennale (cfr norma UNI 11592 sulle Artiterapie).
- avere un Diploma di un corso di Musicoterapia (il cui percorso formativo sia in linea con gli intendimenti della FIM)
- aver terminato la Formazione in “Musicoterapia umanistica” (290 ore);
- aver svolto 50 ore di Supervisione;
- avere almeno tre anni di esperienza lavorativa nel campo della Musicoterapia;
Sulla base di tale preparazione devono:
- far domanda a FAC Certifica per l’esame di certificazione ai sensi della legge 4/2013
- superato l’esame, presentare alla FIM la certificazione di conformità UNI 11592 sulle Artiterapie

Per richiedere l’iscrizione all’elenco “musicoterapeuti certificati con formazione FIM” è necessario compilare il seguente modulo di iscrizione e inviarlo al Direttivo FIM che verifica il possesso dei requisiti sopra richiesti e il percorso formativo personale.

Mantenimento all’elenco “soci musicoterapeuti certificati con formazione FIM”
Il professionista, per poter mantenere la propria posizione all’interno dell’elenco “soci musicoterapeuti certificati con formazione FIM”, deve:

- rinnovare annualmente la certificazione presso l’ente certificatore, in conformità alla norma tecnica UNI 11592 sulle Artiterapie (pagando la quota annuale all’ente certificatore e documentando l’aggiornamento permanente);
- essere in regola con il pagamento annuale della quota associativa FIM, entro il 31 gennaio di ogni anno;
- essere in possesso della polizza assicurativa;
- essere in regola con la formazione permanente FIM. All’interno della formazione permanente il professionista deve frequentare annualmente almeno un seminario di formazione APMM e una supervisione APMM patrocinata FIM (per un totale complessivo di 20 ore).
Il percorso di formazione annuale va documentato attraverso l’apposito modulo di formazione permanente, da inviare al direttivo, allo scadere di ogni anno in corso
Inadempienze:
Il socio musicoterapeuta certificato con formazione FIM che, per non aver rispettato i termini e le condizioni per il mantenimento della certificazione (pagamento quota annuale all’ente certificatore, mancato rispetto del regolamento dell’ente e mancato aggiornamento permanente), per non aver versato la propria quota associativa annuale FIM in qualità di socio, per non essere in possesso di polizza assicurativa, per non aver frequentato seminari e supervisioni annuali FIM, verrà depennato dagli elenchi.
Viene inoltre cancellato dagli elenchi il socio, il cui pensiero e atteggiamento, non sia in linea con i principi teorici e deontologici della FIM.

4.1 FORMATORE
Il socio “musicoterapeuta certificato con formazione FIM” proseguendo nella formazione può diventare Formatore (“studioso in musicoterapia”).
I Formatori, “Studiosi in musicoterapia”, possiedono conoscenze, abilità, competenze utili per tenere docenze nelle scuole di musicoterapia, corsi di aggiornamento in musicoterapia e valutare conoscenze, abilità, competenze degli studenti.

Requisiti di accesso
I Formatori oltre ad adempiere agli obblighi dei musicoterapeuti certificati con formazione F.I.M. devono:
- aver effettuato n. 200 ore presenza e assistenza in qualità di coadiutori responsabili;
- svolgere attività di supervisione una o più volte all’anno per almeno 5 anni
- aver collaborato con la commissione scientifica per ricerche e approfondimenti inerenti tematiche riguardanti la musicoterapia umanistica
- aver tenuto relazioni sulla musicoterapia a livello nazionale e internazionale

Requisiti di mantenimento
Il professionista, per poter mantenere la propria posizione all’interno dell’elenco “soci musicoterapeuti certificati con formazione FIM- FORMATORI”, deve:
- adempiere agli obblighi dei musicoterapeuti certificati con formazione FIM
- rendersi disponibile durante gli incontri di musicoterapia, come coadiutori.
- dimostrare continuità e partecipazione nel percorso di ricerca e di studio
- proseguire con la supervisione per formatori

4.2. SUPERVISORE
Il socio “musicoterapeuta certificato formatore con formazione FIM” proseguendo nella formazione può diventare Supervisore.
I supervisori sono preparati a tenere docenze nelle scuole di musicoterapia, corsi di aggiornamento in musicoterapia e valutare le conoscenze, abilità, competenze degli studenti, dei professionisti che operano con i musicoterapeuti e dei musicoterapeuti.

Requisiti di accesso
I Supervisori oltre ad adempiere agli obblighi dei musicoterapeuti certificati formatori, con formazione F.I.M. devono:
- aver effettuato in qualità di tutor, n. 25 ore di tirocinio , e n. 25 ore di assistenza alle supervisioni;

Requisiti di mantenimento
Il professionista, per poter mantenere la propria posizione all’interno dell’elenco “soci musicoterapeuti certificati con formazione FIM- SUPERVISORI”, deve:
- adempiere agli obblighi dei musicoterapeuti certificati formatori con formazione FIM
- rendersi disponibile durante gli incontri di musicoterapia, come responsabile.
- dimostrare continuità e partecipazione nel percorso di ricerca e di studio
- frequentando gli incontri di supervisione per supervisori


ART. 5 ELENCO SOCI MUSICOTERAPEUTI IN FORMAZIONE FIM

E’ socio ordinario musicoterapeuta con diritto di voto, il musicoterapeuta non certificato in formazione FIM che è in regola con i requisiti di accesso all’elenco.
Il socio musicoterapeuta in formazione F.I.M. partecipa all’assemblea dei soci, con diritto di voto.

Requisiti di accesso:
Per aderire alla F.I.M. è necessario condividere lo Statuto, i Documenti costitutivi, il Codice Deontologico della F.I.M. e il regolamento interno.
I professionisti che intendono entrare nell’elenco “soci musicoterapeuti in formazione FIM, devono:
- avere un Diploma di laurea triennale in ambito musicale (o diploma di vecchio ordinamento) o in alternativa un percorso formale – non formale – informale assimilabile qualitativamente e quantitativamente almeno ad una laurea triennale e alle conoscenze – abilità – competenze (EQF6) acquisite in un percorso formativo attraverso un corso di durata triennale (cfr norma UNI 11592 sulle Artiterapie);
- avere un Diploma di un corso di Musicoterapia (il cui percorso formativo sia in linea con gli intendimenti della FIM)
- aver effettuato n. 60 ore di formazione in “Musicoterapia umanistica”;
- avere almeno due anni di esperienza lavorativa nel campo della Musicoterapia
Per richiedere l’iscrizione all’elenco “musicoterapeuti in formazione F.I.M.” è necessario compilare il seguente modulo di iscrizione e inviarlo al Direttivo F.I.M. che verifica il possesso dei requisiti sopra richiesti e il percorso formativo personale.

Mantenimento all’elenco “soci musicoterapeuti in formazione FIM”
Il professionista, per poter mantenere la propria posizione all’interno dell’elenco “soci musicoterapeuti in formazione F.I.M.”, deve :

- essere in regola con il pagamento annuale della quota associativa F.I.M. entro il 31 gennaio di ogni anno;
- essere in possesso della polizza assicurativa;
- essere in regola con la formazione permanente FIM, compilando per ogni anno concluso, il modello di formazione obbligatorio su temi svolti di carattere musicoterapico, musicologico, educativo, purché attinente ai campi d’applicazione della musicoterapia, patrocinate dalla F.I.M. con accreditamento del MIUR e svolte presso:
• A.P.M.M. “Giulia Cremaschi Trovesi”
• L’Indaco;
• Gruppi regionali F.I.M.;
• Aleph (ente di formazione e ricerca che promuove lo studio e la diffusione di modelli di comunicazione efficace);
• altri enti riconosciuti dalla F.I.M. e sottoposti a validazione della Commissione Scientifica.
- documentare una supervisione obbligatoria all’anno, con uno dei supervisori F.I.M.
N.B Ai musicoterapeuti che intendono prepararsi per l’esame di certificazione è richiesta la frequenza dei seminari specifici dedicati proposti dalla FIM.
Inadempienze:
Il socio musicoterapeuta in formazione FIM che, per non aver versato la propria quota associativa annuale FIM in qualità di socio, per non essere in possesso di polizza assicurativa, per non aver frequentato seminari e supervisioni annuali FIM, verrà depennato dagli elenchi.
Viene inoltre cancellato dagli elenchi il socio, il cui pensiero e atteggiamento, non è in linea con i principi teorici e deontologici della FIM.

ART.6 ELENCO SOCI ORDINARI
Coloro che intendono iscriversi alla FIM, devono in prima istanza presentare domanda come “soci ordinari” (ad eccezione dei soci studenti e dei soci onorari).
Per aderire alla F.I.M. è necessario condividere lo Statuto, i Documenti costitutivi, il Codice Deontologico della F.I.M. e il regolamento interno.
E’ socio ordinario con diritto di voto, colui che è in regola con i requisiti di accesso all’elenco.
Il socio ordinario, partecipa all’assemblea dei soci con diritto di voto.
All’interno di questo elenco rientrano i musicoterapeuti e coloro che pur non essendo specializzati in musicoterapia ma in altre discipline, favoriscono gli studi e l’applicazione della musicoterapia, impegnati nello studio e nella ricerca in ambito musicoterapico e che condividono gli orientamenti generali della F.I.M.

Requisiti di accesso per il musicoterapeuta ordinario:
I musicoterapeuti che intendono entrare nell’elenco “soci ordinari”, devono:
- avere un Diploma di laurea triennale in ambito musicale (o diploma di vecchio ordinamento) o in alternativa un percorso formale – non formale – informale assimilabile qualitativamente e quantitativamente almeno ad una laurea triennale e alle conoscenze – abilità – competenze (EQF6) acquisite in un percorso formativo attraverso un corso di durata triennale (cfr norma UNI 11592 sulle Artiterapie);
- avere un Diploma di un corso di Musicoterapia (il cui percorso formativo sia in linea con gli intendimenti della FIM)

I requisiti di accesso per i professionisti collaboratori sono:

- essere in possesso di una Laurea di 1° o 2° livello in facoltà umanistica
- avere competenze che possano con evidenza essere condivise e sostenere l’attività del musicoterapeuta.
- essere in regola con la formazione prevista dal proprio ordine professionale se esistente o dalle associazioni professionali cui sia iscritto.
- la decisione ultima è lasciata al direttivo che valuterà ogni singola situazione;
- la FIM riconosce un percorso specifico di formazione che consente di specializzarsi relativamente alla metodologia denominata Relazione Circolare che ha come caposcuola, per la parte specifica del professionista collaboratore, Simona Colpani.

Iscrizione all’elenco soci ordinari :

Per richiedere l’iscrizione all’elenco “soci ordinari”, il candidato deve compilare ed inviare al Direttivo la domanda di iscrizione alla FIM in qualità di “socio ordinario” (vedi modulo di iscrizione), specificando le motivazioni per le quali si intende iscrivere alla FIM e presentare l’autocertificazione di non avere subito e/o in corso carichi pendenti Amministrativi e/o Penali
La richiesta d’iscrizione all’elenco “soci ordinari” è soggetta ad una valutazione della Commissione Scientifica e del Consiglio Direttivo.
Il Direttivo si riserva ogni decisione in proposito.
Una volta approvata la domanda da parte del Direttivo, si dovrà provvedere al pagamento della quota associativa.

Mantenimento nell’elenco “soci ordinari”
Il socio ordinario che intende mantenere la propria posizione all’interno dell’elenco, deve :
- essere in regola con il pagamento annuale della quota associativa FIM entro il 31 gennaio di ogni anno;
- per i professionisti collaboratori, essere in regola con la formazione prevista dal proprio ordine professionale se esistente o dalle associazioni professionali cui sia iscritto.

Inadempienze
Gli iscritti, per poter mantenere la propria posizione all’interno dell’elenco “soci ordinari”, deve :
- essere in regola con il pagamento annuale della quota associativa FIM
Il mancato pagamento comporta l’immediato depennamento dall’associazione stessa.
Viene inoltre cancellato dagli elenchi il socio, il cui pensiero e atteggiamento, non è in linea con i principi teorici e deontologici della FIM.

6.1 PROFESSIONISTA COLLABORATORE FORMATORE
Il socio “professionista collaboratore” proseguendo nella formazione può diventare Formatore (“studioso in musicoterapia”).
I professionisti collaboratori formatori sono preparati a tenere docenze nelle scuole di musicoterapia, corsi di aggiornamento in musicoterapia e valutare le conoscenze, abilità, competenze degli studenti, dei professionisti collaboratori e musicoterapeuti.

Requisiti di accesso e di mantenimento
I professionisti collaboratori Formatori:
- sono iscritti all’elenco soci ordinari (professionisti collaboratori) ;
- devono aver effettuato n. 200 ore presenza e assistenza in qualità di coadiutori responsabili
- data la variabilità delle possibili professionalità, è inoltre necessario aver apportato elementi di riflessione utili alla ricerca e allo studio continuo in musicoterapia.

6.2 PROFESSIONISTA COLLABORATORE SUPERVISORE
Il socio “professionista collaboratore formatore” proseguendo nella formazione può diventare Supervisore.
I supervisori sono preparati a tenere docenze nelle scuole di musicoterapia, corsi di aggiornamento in musicoterapia e valutare le conoscenze, abilità, competenze degli studenti, dei professionisti collaboratori e musicoterapeuti.
Diventa supervisore il professionista di comprovata validità e competenza. La decisione è di competenza del direttivo.

Requisiti di accesso e di mantenimento
I Supervisori:
- sono Formatori iscritti all’elenco soci ordinari
- ogni due anni il direttivo valuta se confermare il ruolo di supervisore al professionista collaboratore in base all’efficacia rilevata delle sue supervisioni

ART. 7 ELENCO SOCI STUDENTI
I soci studenti possono partecipare alle assemblee, senza diritto di voto.

Requisiti di accesso:
Per aderire alla F.I.M. è necessario condividere lo Statuto, i Documenti costitutivi, il Codice Deontologico della F.I.M. e il regolamento interno.
Il candidato che intende entrare nell’elenco come socio studente deve:
- essere iscritto a Università, Conservatorio musicale, Istituti privati, Istituti Tecnici, Medie Superiori oppure frequentare corsi presso istituti di formazione specializzati (in particolare) nel campo della musicoterapia;
- dichiarare l’Istituto (la scuola) di appartenenza.

Iscrizione all’elenco soci studenti:
Il candidato dovrà presentare domanda scritta attraverso il modulo di iscrizione prestampato, inviandolo al Consiglio Direttivo.
L’iscrizione dei “Soci studenti” è soggetta ad una valutazione della Commissione scientifica e del Consiglio Direttivo.
Una volta approvata la domanda di iscrizione, il candidato può procedere al pagamento della quota associativa FIM (ridotta del 50%).

Mantenimento all’elenco soci studenti:

Il socio studente ha l’obbligo del versamento della quota annuale entro il 31 gennaio di ogni anno. Il mancato pagamento comporta l’immediato depennamento dall’associazione stessa.
Il socio studente è tenuto a documentare il suo stato di studente.

ART. 8 CRITERI DI AMMISSIONE COME SOCIO ONORARIO
Il socio onorario è il professionista non necessariamente musicoterapeuta che appoggia gli studi, le esperienze in musicoterapia.
E’ designato dal Direttivo secondo le modalità indicate nello statuto.
In base a quanto previsto dalle disposizioni legislative (art. 5 legge 4/2013), saranno tenuti elenchi professionali con l’indicazione del nominativo del socio, il suo indirizzo, il telefono, l’indirizzo mail, l’anno di iscrizione, l’aggiornamento della formazione permanente e i requisiti per il mantenimento del titolo.

ART. 9 DISPOSIZIONE PER I TIROCINANTI
A coloro che intendono intraprendere un percorso di tirocinio presso musicoterapeuti certificati con formazione FIM, è richiesta la frequenza obbligatoria di tre seminari tematici sulla musicoterapia umanistica, di cui due presso la sede APMM di Bergamo (Associazione Pedagogia Musicale Musicoterapia).

ART. 10 COMMISSIONE VALUTATRICE DELLE RICHIESTE DI AMMISSIONE
La commissione sarà composta da 4 membri:
1. il Presidente F.I.M. o suo delegato;
2. tre membri del Consiglio Direttivo F.I.M. o delegati dal consiglio direttivo.

ART.11 STRUTTURA ORGANIZZATIVA E TECNICO-SCIENTIFICA
Il Direttivo
Ad integrazione di quanto indicato e chiarito nello Statuto, a proposito delle strutture e dei compiti degli organismi deliberativi e delle cariche sociali, si stabilisce che il Direttivo, nucleo di riferimento di qualsiasi attività dell’associazione e per tutti i soci, sarà composto solo da soci musicoterapeuti certificati con formazione FIM e professionisti formatori indicati dall’ultimo direttivo in carica.

Commissione scientifica: Compiti della struttura tecnico-scientifica della FIM
(legge 4/2013, Art.5, comma d)
La Commissione scientifica ha funzione consultiva generale in ordine all’attività tecnica, artistico - scientifica della F.I.M. e a tale fine esprime pareri in merito alle questioni sottopostegli dai soci e dal Consiglio Direttivo.

La Commissione scientifica ha il compito di promuovere attraverso le idee e le attività dei propri membri ricerche e studi, convegni, seminari al fine di valorizzare le iniziative della F.I.M.

Svolge, inoltre, le seguenti funzioni propositive e consultive:
- Presenta al Consiglio Direttivo osservazioni e proposte relative all’attività artistico - scientifica della F.I.M. al fine di assicurare la qualità tecnico - scientifica dei servizi prestati e promuovere l’attuazione di progetti di ricerca e di intervento a carattere artistico - scientifico negli ambiti di pertinenza dell’associazione.
- Propone al Consiglio Direttivo l’organizzazione di attività per la formazione e l’aggiornamento dei soci. - Raccoglie proposte progettuali da sottoporre al vaglio del Consiglio Direttivo.
- Promuove la divulgazione della conoscenza artistico - scientifica e lo scambio con l’esterno proponendo al Consiglio Direttivo l’adozione delle opportune iniziative.
- Propone al Consiglio Direttivo eventuali integrazioni al protocollo di richiesta per i nuovi soci e del percorso formativo inerente l’elenco certificati F.I.M.
- Controlla e valuta che i soci siano in possesso dei requisiti previsti dal regolamento per svolgere attività musicoterapica.


ART. 12 FORMAZIONE

Ogni anno, la Commissione Scientifica, sceglie tematiche di formazione studio e approfondimento, realizzate presso APMM con patrocinio FIM.
Inoltre i soci per completare il proprio percorso, possono frequentare corsi presso:
• L’Indaco,
• Gruppi Regionali
• Aleph
• Dalcroze
• enti o istituzioni che organizzano eventi ritenuti formativi dalla Commissione Scientifica (per es. Conservatori o altre associazioni)

La formazione, il tirocinio, l’apprendistato e la supervisione non sono accettate se effettuate con l’ausilio di strumenti on line, come E-learning o simili.

ART. 13 MODALITÀ DELLA DOCUMENTAZIONE DI FORMAZIONE PER I SOCI NON CERTIFICATI, DI AGGIORNAMENTO PER I SOCI CERTIFICATI E CONTROLLO DELLE STESSE

È prevista la compilazione di un modulo F.I.M. per documentare, per i soci non certificati, gli incontri di formazione effettuati e comprensivi del monte ore raggiunto.
Tale documentazione dovrà essere spedita annualmente, tramite email, insieme alla ricevuta di pagamento quota associativa, e alla ricevuta della polizza assicurativa.
In caso di necessità potranno essere richiesti dagli organismi direttivi, gli attestati di partecipazione ai seminari, in fotocopia.
Nel caso di incontri di supervisione sarà valida l’autocertificazione, secondo le norme vigenti, firmata anche dal supervisore.

I professionisti certificati con formazione FIM, devono inviare alla FIM, tramite email, la ricevuta di rinnovo annuale rilasciata dall’ente certificatore; costoro non devono presentare documentazione per l’aggiornamento poiché per questo rispondono direttamente all’ente certificatore, fermo restando la documentazione di aggiornamento APMM patrocinata F.I.M. per un totale di almeno 20 ore, durante l’anno trascorso.

ART. 14 IN OSSERVANZA AL CODICE DEONTOLOGICO
Il Collegio dei Garanti (Probiviri) ha il compito di risolvere eventuali controversie fra i soci, adottare provvedimenti disciplinari di richiamo, censura, sospensione oppure radiazione nei confronti di soci ove risultino violazioni allo Statuto, al Codice Deontologico, al presente regolamento interno, di Comportamento professionale e di autoregolamentazione adottati dalla Federazione.
Nel caso in cui venga segnalata o riconosciuta violazione degli articoli previsti dal codice deontologico verrà valutata dal Collegio dei Probiviri che stabiliranno quali tra le sanzioni previste dover applicare:
a. richiamo scritto;
b. sospensione dall’iscrizione nell’elenco dei soci fino a sei mesi;
c. sospensione dall’iscrizione nell’elenco dei soci da sei mesi a un anno;
d. sospensione dall’iscrizione nell’elenco dei soci da uno a tre anni;
e. sospensione dall’iscrizione nell’elenco dei soci definitiva.

ART. 15 CONFLITTI DI INTERESSE O DI INCOMPATIBILITÀ IN RELAZIONE AL CONFERIMENTO DELLE CARICHE SOCIALI
Le cariche sociali (consiglio direttivo, revisore dei conti, probiviri o garanti) vengono sottoposte alla votazione dell’assemblea. Il socio votato ha la facoltà di accettare o non accettare. Il socio può assumere soltanto un incarico.
ART. 16 RICHIESTA DI PATROCINIO
18.1 Criteri

a. La F.I.M. può concedere il patrocinio per manifestazioni ed iniziative di interesse generale promosse da persone, associazioni o enti pubblici o privati a livello nazionale o internazionale di particolare rilievo musicoterapico.
b. Il patrocinio deve essere formalmente richiesto dal soggetto organizzatore alla Commissione Scientifica della F.I.M. e formalmente concesso dal Consiglio Direttivo della F.I.M.
c. Il patrocinio deve essere richiesto con congruo anticipo prima della data di inizio dell’evento o della manifestazione.
d. Il patrocinio ottenuto dalla F.I.M. deve essere adeguatamente pubblicizzato attraverso gli stessi messi con cui si pubblicizza l’evento e la manifestazione.

18.2 Procedimento
Il soggetto responsabile dell’iniziativa per la quale si intende ottenere il patrocinio è tenuto a farne domanda scritta allegando:
a. breve relazione in cui si specificano gli obiettivi, i destinatari, le modalità attuative e il periodo di svolgimento;
b. programma dell’evento;
c. la F.I.M. può chiedere al soggetto richiedente di integrare la domanda con le comunicazioni e i documenti ritenuti necessari;
d. la F.I.M. entro 30 giorni dal ricevimento del materiale si esprime sulla concessione del patrocinio.