ENTE ACCREDITATO MIUR     AFFILIATO CNA
VERSIONE ACCESSIBILE
Home > Letture > Bibliografia > Percorsi d’ascolto - Architetture sonore e sviluppo della percezione di sé

Percorsi d’ascolto - Architetture sonore e sviluppo della percezione di sé

Ruggenti Editore, 2010

Questo libro è un lavoro pensato per tutte quelle persone/figure professionali che utilizzano il canale sonoro, soprattutto preregistrato, finalizzato al servizio del benessere della persona: psicologi, pedagogisti, psicomotricisti, esperti in tecniche di rilassamento e distensione psicocorporea, nonchè musicisti, insegnanti, educatori.
Progetto che nasce dall’esigenza di trovare risposte alla classica domanda: c’è una musica adatta per la distensione, l’attivazione, la nevralgia, smettere di fumare e ricominciare a mangiare, migliorare la riuscita in matematica e far ricrescere i capelli? Sono convinta di no, non esiste una panacea musicale se intesa come Chopin, Debussy o Sakamoto.
L’autrice dà una chiara riflessione in base alla propria esperienza di musicista, studiosa ed amante della musica, certi stili, certe scelte musicali, formali, timbriche e strutturali messe in relazione con le esperienze di vita degli ascoltatori danno risultati di un certo interesse dal punto di vista della modificazione del proprio modo di sentirsi e quindi del proprio comportamento.
L’obiettivo è offrire spunti di riflessioni supportati da studi autorevoli, nonché nozioni e suggerimenti pratici essenziali per operare una scelta cosciente e ragionata del materiale sonoro il più possibile calzante con il soggetto preso nella sua unicità.

“dalla mia esperienza di musicista, studiosa ed amante della musica, mi sono accorta che certi stili, certe scelte musicali, formali, timbriche e strutturali messe in relazione con le esperienze di vita degli ascoltatori danno risultati di un certo interesse dal punto di vista della modificazione del proprio modo di sentirsi e quindi del proprio comportamento.”

dall’Introduzione di Barbara Eleonora Pozzoli