ENTE ACCREDITATO MIUR     AFFILIATO CNA
VERSIONE ACCESSIBILE
Home > Il pensiero > Perché ricorrere alla musicoterapia (?) > Paralisi cerebrali infantili

Paralisi cerebrali infantili

Interventi anche precoci con bambini con esiti da lesione cerebrale anche in presenza di epilessia.
Interventi con bambini colpiti da citomegalovirus, leucomalacie, con esiti da traumi da parto.
_altro

La Relazione Circolare è la modalità con la quale il musicoterapeuta, il cprofessionista collaboratore e il genitore (o i genitori) condividono le stesse esperienze interrogandosi sul comportamento ed apprezzando nuovi gesti, azioni e la partecipazione del bambino. Il bambino mettendo in atto se stesso rivela il suo modo di procedere, imparare, aprirsi alla vita.

ASPETTI MUSICALI

L’accoglienza (superamento del giudizio) del bambino è la disposizione interiore che consente di accostarsi a lui in modo costruttivo, nel rispetto della soggettività. L’efficacia della "Risonanza Corporea" si manifesta in modo soggettivo. Un bambino colpito da P.C.I è diverso da un altro bambino con la stessa diagnosi. Per questo motivo il dialogo che scaturisce in musicoterapia (comunicazione non verbale fondata sull’improvvisazione comunicativa al pianoforte mediante la risonanza corporea) è diverso per ogni bambino. La presenza dei genitori (almeno un genitore) crea una congruenza fra come il bambino è trattato a casa ed in musicoterapia. Ogni progresso del bambino viene così condiviso dal genitore.