ENTE ACCREDITATO MIUR     AFFILIATO CNA
VERSIONE ACCESSIBILE
Home > Letture > Bibliografia > Musica e trasformazione

Musica e trasformazione

Edizioni Borla, Roma, 1999

La "PNL umanistica", fondata recentemente in Italia, integra in un disegno unitario la PNL (programmazione neurolinguistica) americana con i modelli più efficaci desunti nell’area della psicologia umanistica: approccio rogersiano, psicosintesi, analisi transazionale, biosistemica, bioenergetica, corenergetica, modelli cognitivisti.

In "PNL umanistica" si ritiene che l’evoluzione personale sia fortemente agevolata dall’esperienza di uno stato profondo. Che cosa è uno stato profondo? È uno stato di coscienza caratterizzato da una visione allargata che ci deriva dall’identificarci temporaneamente nel nostro vero centro, cioè nel nostro sé superiore, secondo la psicosintesi, o nel nostro core, secondo la corenergetica.

L’esperienza soggettiva di uno stato profondo corrisponde a quella che Aurobindo definisce la "vera natura della mente": calma, recettività, senso di unione, armonia, amore.

Può la musica, utilizzata in un’ottica PNL, aiutarci a contattare il nostro centro, la nostra saggezza interiore, la nostra vera identità?

Quale musica, in quali circostanze? In che modo questa esperienza può cambiare la nostra percezione di noi stessi e degli altri? In che modo può renderei più aperti, empatici, flessibili? Quale influenza questo stato esercita sulla nostra formazione, crescita, evoluzione? Quale influenza sulla musicoterapia?

Queste domande, insieme ad altre, hanno guidato !’itinerario di ricerca contenuto nel presente volume.